Trasparenza

Segnalazioni (whistleblowing)

Aggiornato al 04/08/2020

La disciplina sul whistleblowing ha aggiornato la normativa 231 introducendo il principio di tutela degli autori di segnalazioni di reato. L’obiettivo della legge è tutelare i dipendenti che, in ragione del proprio lavoro, vengano a conoscenza di illeciti o violazioni relative al Codice etico e al Modello di organizzazione e gestione dell’ente e decidano di segnalarlo. Secondo la legge, chi segnala deve essere tutelato e deve essere garantita la riservatezza della sua identità al fine di evitare possibili ritorsioni e discriminazioni.

Con Delibera del 29 marzo 2019 SE.RI.MI. s.r.l. ha adottato una Whistleblowing Policy che ha lo scopo di individuare le modalità attraverso le quali poter presentare segnalazioni all’Organismo di Vigilanza con la garanzia della riservatezza del segnalante. L’Organismo di Vigilanza di SE.RI.MI. s.r.l., è monocratico ed individuato nella persona del Dott. Andrea Burlini.

Eventuali segnalazioni potranno essere inviate tramite:

  • posta elettronica al seguente indirizzo e-mail: segnalazioni.serimi@gmail.com
  • servizio postale: in busta chiusa e indirizzata all’attenzione dell’Organismo di Vigilanza di Serimi, Mira (VE), Via Mare Mediterraneo 1, con la dicitura “riservata personale”

La Società ha altresì previsto il divieto di atti di ritorsione o discriminatori nei confronti di coloro che effettuano eventuali segnalazioni circostanziate di condotte costituenti reato o illeciti, ed ha integrato il Sistema Disciplinare 231 introducendo specifiche sanzioni nei confronti di chi viola le misure di tutela del segnalante o di chi effettua segnalazioni che si rivelino infondate.